Rassegna della "stampa russa" - 8 luglio 2014

 
Eventi, problematiche e dati statistici generali
 
 
*  Venerdi` 4 luglio la Gosduma (la Camera bassa del Parlamento) ha terminato la sessione primaverile e con questa anche la meta` del suo periodo legislativo di cinque anni, iniziato nel 2011.
In circa sei mesi passati dal 14 gennaio la GosDuma ha approvato 12 leggi costituzionali, 283 leggi federali (molte di carattere sociale) e ha ratificato 24 documenti internazionali. La maggior parte delle leggi riguardavano l’economia nazionale, che “viste le condizioni di una seria pressione internazionale e della minaccia di sanzioni parecchie volte ha chiesto diversi approcci speciali e decisioni operative”. Secondo il parere di Serghei Naryshkin, presidente della Camera, questa “e` stata una sessione storica”, perche` la GosDuma ha fatto molto per accelerare l’integrazione della Crimea alla Federazione Russa. Parecchi politici ed esperti in materie giuridiche e retroscena parlamentari hanno messo in risalto l’approvazione della legge sul “ritorno dell’ora solare” dal prossimo ottobre nonostante la forte resistenza da parte dell’esecutivo. In questo periodo i deputati, compresi anche alcuni membri del partito al potere “Russia Unita”, hanno votato favorevolmente per una serie di leggi importanti. Per esempio, e` stata approvata la legge sulla ripresa della pubblicita` della birra, perche` i prossimi Mondiali di calcio maschile si terranno in Russia nel 2018. Nello stesso tempo molti analisti e giornali hanno criticato l’attivita` “frenetica” delle Camera nelle ultime due settimane, svolta senza rispettare sempre il regolamento.
Alcune iniziative legislative approvate dagli “onorevoli” sono state presentate una settimana prima della chiusura della sessione e una – a meno di 24 ore (!) dall’ultima seduta. Anche per questo i deputati dei partiti d’opposizione hanno dichiarato che “la Duma cessa nuovamente di essere un luogo importante per le discussioni parlamentari”- (“RBK daily”, pag.3 – http://www.rbcdaily.ru/politics/562949991841331- e pag.9, “Rossijskaja gazeta” (“RG”), p.3, “Kommersant”, pag. 10, e altri quotidiani del 7 luglio; nonche` “RG” di oggi 8.07, p.1 e 3: un’intervista a Maksim Topilin, ministro del Lavoro e della Previdenza sociale).
 
*  “Ekspert” (№ 28 del 7.07, pag.8) nel commentare brevemente l’elezione dell’ex premier del Lussemburgo e del Gruppo europeo (il Consiglio degli ministri delle Finanze e dei governatori delle Banche centrali) Jean Claude Junker a presidente della Commissione Europea ha espresso il parere, che si tratta di “una vittoria, pur provvisoria, delle forze che puntano sulla coesione e sull’autosufficienza dell’Unione Europea”. Inoltre il settimanale ha espresso la speranza che “Un’Europa piu` autonoma dal punto di vista politico sara` in misura maggiore interessata a riprendere le relazioni d’affari stabili con la Russia e potra` fronteggiare in modo piu deciso eventuali
tentativi degli USA di dividere l’Unione europea e la Federazione Russa”.
 
*  A giugno l’inflazione – come ha comunicato il Servizio di statistica federale (Rosstat) – ha raggiunto il 7,8% annuo. Gli specialisti prevedono che la riduzione di questo tasso fino al 6,5% (l’obiettivo del governo per il 2014) potra` diventare un compito non facile per il Regolatore, nonostante l’alta base statistica dello scorso anno, la fine dell’effetto della svalutazione del rubli e la politica rigida della stessa Banca centrale - (“Kommersant” del 7.07, pag.2).
 
 
Economia, settori e mercati, grandi aziende e PMI
 
 
*  Giovedi` scorso (3 luglio) il governo ha esaminato e - dopo una seduta a porte chiuse - ha approvato in linea di massima le direttrici della politica di bilancio per gli anni 2015-2017. Alcune principali questioni della preparazione del Bilancio del suddetto triennio, per le quali esistono ancora contraddizioni tra il Ministero delle Finanze e quello dello Sviluppo economico (aumento della pressione fiscale; privatizzazione della compagnia statale “Rosneft”, importo totale degli investimenti statali), sono rimaste ancora irrisolte. Esse saranno ridiscusse durante le successive riunioni di lavoro all’attiva partecipazione di Vladimir Putin e del premier Dmitrij Medvedev.
Ad ogni modo, secondo i piani del Ministero delle Finanze, la bozza del Bilancio federale del triennio deve essere elaborata entro il prossimo 13 settembre. Gli analisti hanno dedotto dalle informazioni e documentazioni rese note, che piu` della meta` delle uscite negli anni 2015-2017 sara` finalizzata al compimento degli obblighi sociali assunti dallo Stato, che aumenteranno le spese per la difesa e diminueranno quelle per l’economia. Lo stesso CdM prevede la diminuzione delle entrate nel 2014 e, forse, anche nell’anno prossimo; percio` l’esecutivo sara` costretto a ridistribuire risorse finanziarie destinate anche alle sue priorita`. Cio` e` confermato dal fatto, che giovedi` scorso il
governo – per la prima volta – ha diviso l’elenco dei programmi federali finalizzati in due parti: l’elenco dei programmi principali e la “lista d’attesa”. Gli investimenti per quest’ultima (circa 1.500 miliardi di rubli tra il 2015 e 2017) non saranno obbligatori per i rispettivi stanziamenti dal Bilancio - (“RBK daily”, pag.1 e 4, “Kommersant”, p.2, e “Nezavisimaja gazeta”, pag.1 e 4, del 2 luglio; “RG”, pag.2, “Kommersant”, pag. 3 – http://www.kommersant.ru/doc/2504664; e “RBK daily”, pag.4, del 4.07; nonche` “Kommersant” del 7 luglio, pag.2).
 
*  In quest’ultimi giorni sui vari giornali abbiamo letto diverse stime e opinioni sull’attuale stato dell’economia in generale e dei comparti industriali in particolare. “Ekspert” (№ 28 del 7.07, pag.86) in una sua “indagine rapida” sulla congiuntura d’affari ha riportato la stima preliminare del Ministero dello Sviluppo economico, secondo il quale tra marzo e maggio il PIL si e` stabilizzato dopo il suo calo nel primo trimestre (solo +0,9%), rispetto agli ultimi 3 mesi dello scorso anno. Pero`, il numero diverso delle giornate lavorative non permette di trarre le conclusioni definitive sulla dinamica successiva del PIL. “RG” (7.07, pag.4, e 8.07, pag2) ha rivelato alcuni segni di una ripresa economica: il PIL nei primi 6 mesi e` aumentato dell’1,1% con un contributo piu` rilevante dei comparti industriali, innanzittutto quelli della trasformazione; il mercato azionario e` salito agli indici di sei mesi fa; lo stato delle finanze statali e il commercio all’estero sono stabili; le sanzioni occidentali non hanno prodotto finora effetti rilevanti.
 
Molte problematiche dello sviluppo di numerose societa`, aziende e stabilimenti industriali sono simili a quelle analizzate dagli analisti e dagli autori di “Ekspert” in due ampie pubblicazioni (№ 28 , pag.13-20 e 28-32). Si tratta dell’avvio dell’esplorazione dei grandi giacimenti di carbone e di diamanti nella Repubblica autonoma di Jakuzia (Siberia e Estremo Nord). Il settimanale mette in evidenza, che enormi spese per l’infrastruttura e l’esplorazione economica dei vasti territori della Siberia e dell’Estremo Oriente “rendono i grandi progetti, relativi all’estrazione delle materie prime, ancor piu` gravi per il business privato”. Proprio per questi motivi la grande compagnia metallurgica
privata “Mecel” di Celjabinsk da molto tempo si trova in difficolta`, innanzitutto finanziaria. Da alcuni mesi Il governo sta discutendo diversi piani, atti a salvare uno dei leader dell’industria metallurgica. Intervistato da “RBK daily” (7.07, pag.5), Oleg Korzhov, direttore generale della “Mecel” ha illustrato diversi scenari di risanamento dei debiti della compagnia, ha parlato di molti attivi non legati al suo core-business, che saranno messi in vendita. Inoltre ha espresso la speranza che “la situazione del mercato metallurgico non peggiori”. Nel frattempo si è venuto a sapere che l’Agenzia “Standard & Poors”, dopo aver analizzato alcuni cambiamenti della domanda e dell’offerta sul mercato mondiale, ha valutato l’attuale situazione e le prospettive delle compagnie metallurgiche e minerarie russe “piu` positivamente di quelle estere: la redditivita` della produzione di acciaio in Russia ha gia` superato quella della media mondiale” (“Ekspert” № 27 del 30.06, pag.4). “Vedomosti” (3.07; pag.11) ha calcolato che dopo
l’inizio della “crisi ucraina” dall’ Ucraina non e` stato importato in Russia nemmeno 1 milione di tonnellate di laminati di acciaio per le costruzioni. In seguito a questo fatto le compagnie metallurgiche russe hanno aumentato le loro vendite del 20-40% su base annua; in un anno i prezzi dell’armatura di montaggio e di quella in barre di ferro sono aumentati del 10%.
 
Nei primi 6 mesi di quest’anno la Russia ha esportato armamenti e attrezzature tecniche militari per un totale di $5,6 miliardi. Il portafoglio degli ordini per il settore industriale militare ha raggiunto 50 mld.di USD. Intervenuto alla seduta della commissione governativa, Vladimir Putin ha esortato i dirigenti dell’industria a eliminare in tempi brevi vari difetti e a sostituire unita`, pezzi di ricambio ed elementi importati, il che permettera` di realizzare il programma del riequippagiamento tecnico delle Forze armate senza aumentare gli stanziamenti dal Bilancio federale. Inoltre il Presidente ha ribadito “la necessita` di mantenere e rafforzare le tendenze positive della cooperazione tecnica e militare con gli Stati esteri” - (“RG” di oggi 8 luglio, pag.2).
 
Nel descrivere le situazioni di alcune altre grandi compagnie russe lo stesso quotidiano “Vedomosti” ha riferito, che entro il mese di novembre del 2015 le compagnie “affiliate” all’”Aeroflot” riceveranno dalla stessa 57 mld. di rubli per l’uso dei loro velivoli e in tal modo andranno in attivo (1.07, pag. 12), e che l’”AvtoVAZ” potrà avviare la produzione di nuovi modelli “Lada Xray” (hetchback) e “Xray Cross” (crossower) presso il suo stabilimento di Izhevsk, cogliendo il fatto che sara` usata la stessa piattaforma dell’altra novita` del gruppo – la “Lada Vesta” (4.07, pag.12).  Lo scorso anno 6 compagnie mondiali produttrici di tecnologie d’informazione (IT) –
Microsoft. SAP, Oracle, HP, IBM e Cisco - hanno ricevuto il 77% del loro fatturato in Russia (219 miliardi di rubli) grazie alla realizzazione dei contratti sottoscritti con le strutture statali o con le societa` a partecipazione statale. Alcuni deputati della “GosDuma” hanno proposto di cambiare la politica industriale nel settore IT e consegnare rispettive commesse a produttori nazionali. Il mercato IT locale del 2013 e` stato stimato in 762,3 miliardi di rubli - (“RBK daily” del 4 luglio, pag.1 e 8: http://www.rbcdaily.ru/2014/07/04). A questo punto segnalo un servizio di “Kommersant” (7.07, pag.7), che nell’analizzare la dinamica del mercato russo dei tablet nel secondo trimestre dell’anno corrente ha evidenziato il crollo inatteso delle vendite del 17,5% (“Apple iPad” del 24% su base annua) a causa della crescita della domanda per i diversi tipi dei gadget “piu` economici”.
 
Infine consiglio alcune pubblicazioni, che, a mio parere, saranno utili agli esperti del mercato immobiliare. “Ekspert” (№ 28, pag.4) ha riferito, che nel primo semestre gli investimenti nelle compagnie di gestione di beni immobili sono diminuiti del 59%, rispetto al medesimo periodo dello scorso anno: “la causa principale e` il comportamento misurato degli investitori esteri”. “Vedomosti” (3.07, pag.18) in un’analisi del mercato immobiliare di Mosca ha evidenziato che l’offerta di appartamenti per l’affitto ha superato notevolmente la rispettiva domanda dopo l’entrata in vigore delle nuove regole d’ingresso per gli immigrati. “RBK daily” (4.07, pag.7 –  http://www.rbcdaily.ru/market/562949991828724) ha pubblicato un ampio riassunto della recente presentazione del governo di Mosca, organizzata in relazione alla vendita dei terreni per circa tre ettari del lungofiume Sofijskaja, che si trova esattamente di fronte al Cremlino.
 
 
Studiamo i Territori e le Regioni della Federazione Russa
 
*  L’anno scorso 94 miliardi di USD sono stati investiti nell’economia russa. Il settimanale “Profil” (№ 26 del 7.07, pag.33) ha rivelato, che molte societa` e aziende estere continuano a investire in Russia anche dopo l’inizio della “crisi ucraina”. Un notevole aumento degli investimenti stranieri e` stato evidenziato nelle Regioni di Tver’ e di Tula. Durante il “Forum per gli investimenti” di San Pietroburgo diverse regioni hanno sottoscritto contratti con compagnie estere per circa 400 miliardi di rubli. “Vedomosti” (4.07; pag.1 e 4) ha citato un documento del Ministero delle Finanze, in cui si prevede, che il notevole divario tra entrate e uscite delle varie Regioni e i Territori rimarra`
anche nel prossimo triennio. Per ottimizzare le spese regionali il Ministero “ha osato” proporre una misura contraddittoria ai decreti presidenziali del 2012: si tratta di ammorbidire (lievemente) le disposizioni di Putin, riguardanti l’aumento dei salari alla popolazione finanziata dal Bilancio federale.
 
*  “RG” (3.07, pag.3) ed “Ekspert” (№ 28 del 7.07, pag.30-34) hanno riferito sui recenti provvedimenti governativi, mirati ad accelerare lo sviluppo delle Regioni dell’Estremo Oriente, e sull’uso efficiente dell’energia solare ed eolica in molte di queste regioni. Nelle pubblicazioni, dedicate ad alcune delle Regioni del Caucaso settentrionale, si e` letto circa le prospettive di uno sviluppo industriale (“RG” del 2.07, pag.3: l’anno scorso la produzione industriale del Distretto federale e` aumentata del 4,5%), della situazione reale nella Repubblica del Daghestan (“Profil” № 25 del 30.06, pag.14-18), nonche` dei notevoli miglioramenti e dei problemi ancora difficili della Repubblica degli Ingushi (“Profil” № 25, pag.19, e “Kommersant” del 2 luglio, pag.1 e 4: l’approfondita conversazione con il presidente Junus-Bek Evkurov).
 
*  E` evidente che in molti servizi, articoli, reportage e rassegne si e` parlato dei cambiamenti e della vita della Repubblica di Crimea dopo i primi 100 giorni (oggi gia` 110) passati dopo la sua adesione alla Russia (v. per esempio “”Kommersant” del 26.06, pag.3 – http://www.kommersant.ru/doc/2499120, “RG” del 27.06, pag.1 e 5, “Kommersant” del 30.06, pag.1 e 4: l’ampia intervista al vicepremier Olga Golodets). I giornali hanno riferito inoltre sui piani di creare in Crimea 2 zone economiche speciali (una potrebbe essere quella ucraina - “Vedomosti” del 3.07, pag.5) e la zona del gioco d’azzardo, che – secondo il ddl approvato dalla GosDuma “deve supportare lo sviluppo economico della Repubblica” (“RG” del 7.07, pag.1-2), nonche` della mancanza di turisti lamentata dai proprietari di vari hotel e da alcuni abitanti (“Profil” № 26 del 7.07, pag.25-27). “Vedomosti” di oggi 8 luglio ha comunicato (pag.5) che il Ministero per la Crimea ha proposto di diminuire il totale del programma di sviluppo della penisola da 1.100 a 790 miliardi di rubli.
 
*  Sugli altri giornali si e` letto inoltre dei governatori della Regione di Krasnojarsk (Siberia occidentale; il settimanale “Kompanija” № 26 del 7.07, pag. 4 e 22-29), dei vari aspetti della vita sociale e dello sviluppo economico della Repubblica di Ciuvashia e di quella di Jakuzia (“RG” del 23 giugno, pag.9, e del primo luglio, pag.5).
 
*  Alle persone, che vogliono sapere di piu` sulla situazione e sulle prospettive della Regione di Mosca, raccomando un’approfondita intervista a Denis Buzaev, ministro per gli investimenti e le innovazioni, pubblicata da “Kommersant” (4.07, l’intera pagina10), e un supplemento di 12 pagine “Turismo nella Regione di Mosca” diffuso in allegato a “RBK daily” del 3 luglio.
 
*  In occasione dell’apertura al traffico di un raddoppio del “Raccordo anulare di Mosca” nel territorio della cosiddetta Nuova Mosca (circa 170mila di ettari) il sindaco della capitale russa Serghej Sobjanin ha comunicato, che nei prossimi 4 anni in questo territorio saranno costruite e rifatte le autostrade per un totale di 170 chilometri.
 
Tra i numerosi articoli, servizi, interviste e reportage sulle varie problematiche della citta` di Mosca segnalo agli esperti e analisti quelli che hanno trattato: le particolarita` geofisiche della grande megalopoli (“Nezavisimaja gazeta- Scienza” del 25.06, pag.9 e 11); i diversi programmi ambiziosi di sviluppo dell’economia, dei trasporti e dei settori sociali (“RG” del 2.07, pag.10: l’intervista a Natalia Sergunina, vicesindaco di Mosca); gli acquisti dei locali e degli spazi produttivi da parte degli imprenditori che prima hanno preferito affitarli, e le tariffe uniche per i taxi (“RG” del 25.06, pag.14, e del primo luglio, pag.10); i nuovi parcheggi nel centro di Mosca e il calo delle vendite delle auto straniere (“Izvestia” del 24.06, pag.8, e “RBK daily” del 30.06, pag.1 e 8); dalla settimana scorsa in citta` la polizia per il settore turistico ha iniziato le sue attivita` particolari (“Kommersant” del 2.07, pag.3).
 
Ai lettori assidui segnalo inoltre un’ampio articolo di “Kompanija” (№ 24 del 23.06, pag.22-31) sulle cause, per le quali alcuni investitori privati si sono rifiutati di partecipare al restauro del complesso espositivo VDNKh, e un sunto dell’inchiesta di “Vedomosti” (23.06, pag.20-21 sui beneficiari delle maggiori commesse per diversi interventi dell’urbanizzazione della grande citta`, realizzati per conto del bilancio municipale (non meno di 17 mld.di rubli negli ultimi 3 anni)).

 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo
 
*  Nell’edizione di oggi 8 luglio “RG” (p.6) ha brevemente commentato la revoca delle licenze delle altre tre banche medie. In quest’ultimi giorno lo stesso Vladimir Putin ha consigliato a Elvira Nabiullina di “collegare le revoche con le possibilita` dell’”Agenzia federale per l’assicurazione dei depositi”. Solo quest’anno essa ha fissato 28 casi d’assicurazione, legati alla revoca delle licenze, e ha speso piu` di 100 mld.di rubli (circa 2,1 miliardi di euro al cambio attuale) per i rimborsi destinati alle persone danneggiate (“Kompanija” № 26 del 7.07, pag.6). Alcuni altri aspetti dell’operazione “le banche pulite” vengono trattati anche da “Kommersant” di oggi 8 luglio (pag.8).
Agli analisti segnalo “Ekspert” № 28 del 7 luglio che ha pubblicato un articolo sui lati deboli del sistema finanziario russo (pag.42-46) e la rassegna “Futuro del mercato bancario” (pag.80-83).
 
*  Tra le altre pubblicazioni piu` significative di quest’ultimi giorni oggi posso segnalare: un commento di “RG” (7.07, pag.3) alle linee guida di sviluppo dei “Fondi pensione non governativi”; un’ampia analisi di “Ekspert” (№ 28, pag.84-85) sulla breve correzione positiva del cambio del rublo e 3 articoli, dedicati alla legge rinnovata sull’ “Assicurazione RC auto obbligatoria per tutti gli automobilisti, approvata dalla GosDuma venerdi` scorso 4 luglio (“Nezavisimaja gazeta” del 2.7, pag.1 e 4; “Kommersant” del 3.07, pag.2, e “RBK daily” del 7.07, pag.8).
 
 
Cari lettori, grazie per l’attenzione.
Domani 9 luglio vi invieremo un’edizione speciale della
nostra rassegna, che sara` preparata in occasione di una
visita in Russia del Ministro degli Affari Esteri on. Federica Mogherini
 
 
Distinti e cordiali saluti.
 
A cura di Valerij Shvetsov
e-mail: valerio.m@yandex.ru
 
Telefoni - cell: +7 (916) 531-04-45
www.confindustriarussia.it