Rassegna della Stampa Russa - 18.05.2018

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

•   Giovedì 17 maggio la GosDuma (la Camera bassa dell’Assemblea federale), dopo approfondite consultazioni con numerosi rappresentanti del mondo politico e della comunità d’affari ha approvato in seconda lettura il ddl relativo alle controsanzioni della FR nei confronti degli USA e di alcuni altri Stati che “intraprendono azioni ostili contro la Russia”. La terza e definitiva lettura è fissata a martedì 22 maggio; il documento concederà al Capo dello Stato e al governo il diritto di realizzare cosiddette “misure di risposta” alle sanzioni esterne. A parere di molti giuristi, “la legge amplierà le possibilità del CdM e del presidente, non compromettendo i diritti e le libertà vigenti nel Paese, nonché lo sviluppo del business in Russia”.
 
  Durante la stessa seduta i deputati della GosDuma, tenendo conto della richiesta dell’“Unione russa degli industriali e degli imprenditori” e degli opinioni di molti giuristi, hanno rinviato la seconda lettura della bozza di legge, relativa alla responsabilità penale degli imprenditori per l’esecuzione delle sanzioni contro la Federazione Russa – (Rossijskaja gazeta (RG), pp.2 e 3, del 14.05; RBK, pag.1-2, RG, p.1-2, e Kommersant (Kom-t), pag. 1 e 3, del 16 maggio; Kom-t, pag.3, del 17.05, nonché i quotidiani di oggi 18 maggio RG, pag.2 – link, Kom-t, p.3, Metro, pag.4, RBK, ecc). Il giornale del governo RG di oggi ha pubblicato inoltre (pag.8) un servizio della sua inviata da Roma in cui si riferisce che “l’intesa su un nuovo governo italiano M5SLega prevede per ora una considerevole revisione delle relazioni con Mosca e l’abolizione delle sanzioni contro la Russia, malgrado la posizione ufficiale dell’Unione Europea e i rapporti di partnership con gli USA”.
 
•   Durante questa settimana il presidente Putin ha convocato a Soci una serie di riunioni con il Ministro della Difesa e i comandanti delle varie forze militari al fine di analizzare e discutere le varie problematiche legate allo sviluppo delle Forze Armate, all’avanzamento degli armamenti nucleari, al riequipaggiamento della Marina Militare, rallentato per diversi motivi negli ultimi anni, nonché alla ragionevole realizzazione delle commesse belliche statali – (RG, pag.2, e Kom-t, pag.1 e 3, del 17 maggio; RG, pag.2, di oggi 18 maggio).
 
•   Negli ultimi giorni in Russia hanno avuto luogo due importanti meeting internazionali: il Xo Forum “AtomExpo- 2018” di Soci (14-18.05) con gli specialisti dell’energetica nucleare di 68 Paesi, svoltosi all’insegna del motto “Partnership globale – successo comune”, e l’8° Forum dei giuristi tenutosi a San Pietroburgo (16- 18.05), al quale hanno partecipato oltre 4 mila politici, economisti, dirigenti delle maggiori compagnie giuridiche russe e straniere, rappresentanti del potere giudiziario, ecc. Gli specialisti radunati nella “seconda capitale russa” hanno discusso le prospettive della giurisprudenza nelle condizioni della digitalizzazione di massa, la correttezza e la fondatezza dei lodi dei tribunali internazionali e dell’introduzione delle sanzioni nei confronti della FR, ecc.
 
  Nel suo tradizionale intervento davanti ai delegati del Forum di San Pietroburgo il premier Dmitrij Medvedev ha evidenziato che “la regolamentazione dell’uso delle tecnologie digitali nell’ambito finanziario aiuterà ad assicurare la tutela giurisdizionale da diversi abusi, impedirà di trasferire gli attivi nella sfera digitale non regolamentata e creerà una base per la tassazione di tali oggetti”. Allo stesso tempo Medvedev ha dichiarato che “i tentativi di regolamentare tutto nel mondo digitale sono assolutamente controproducenti e irreali” – (RG del 15.05, pag.7; Kom-t, pag.2: link, e RG, pag.1-2, del 17 maggio; RG, pag.1 e 6, di oggi 18.05).
 
•   Lunedì 28 maggio a Mosca comincerà “La settimana dell’imprenditoria” che comprenderà vari meeting internazionali, fiere, discussioni, ecc. Tra queste figurano il Forum degli imprenditori, Il Forum mondiale e l’esposizione dedicati al franchising, il Forum istruttivo “Trasformazione-3. Economia digitale”, l’Incontro dei giovani imprenditori, il “Forum dell’industria della moda” di Mosca, la conferenza “Startup Village”, ecc. Attualmente nella capitale russa si sono registrati 850 mila imprenditori piccoli e medi. Le autorità metropolitane dichiarano spesso la loro disponibilita ad ampliare la comunità imprenditoriale. Il programma dettagliato della “Settimana” è stato pubblicato sul loro sito. Si prevede la partecipazione di circa 60 mila persone e di 300 speaker russi e stranieri – (Nezavisimaja gazeta, pag.2: link, e RG, pag.10, del 17.05).
 
  Ieri (17.05) a Mosca è partita “La settimana del pesce” che proseguirà ben 10 giorni, fino a domenica 27 maggio. In moltissimi negozi, fiere e piazze si potranno “ammirare” ed acquistare pesce e prodotti di mare portati in Russia dalle varie parti del nostro pianeta – (Metro, pag.1-2, Mosca Sera del 17.05 e alcuni quotidiani di oggi 18 maggio).  
 

Economia 

* Situazione generale: 

  Nel primo trimestre il Pil nazionale - come ha riportato il Rosstat - “è aumentato solamente dell’1,3% su base annuale”. Il Ministro dello Sviluppo Economico Maxim Oreshkin, tenendo conto della “situazione economica non molto buona nei primi mesi di quest’anno”, ha dichiarato che il suo Dicastero “è pronto a diminuire la previsione annua della crescita economica, attualmente pari al 2,1% annuo” – (Kommersant del 17.05, pag.2).
 
  Negli ultimi 3 giorni la stampa, come tutti i mass-media russi, ha enfatizzato l’apertura al traffico di automobili e autobus sul ponte di Crimea come un ulteriore esempio delle buone capacità di progettazione e di costruzione di molte società e imprese russe che sanno realizzare opere pubbliche importanti in tutto il Paese. I giornali hanno messo in rilievo che alla costruzione del suddetto ponte hanno partecipato anche compagnie europee, compresa l’italiana BV Granigliatrici, aziende americane (Exxon Mobil e 3M), ecc. Molte di queste società hanno fatto tutto negli ultimi giorni per pubblicizzare la partecipazione all’imponente progetto.
 
  La reazione della stampa estera è stata abbastanza reticente (non parliamo di quel “giornalista” americano che ha invitato a ... bombardare il ponte), però alcuni giornali, come “The Telegraph” inglese, hanno messo in risalto che l’ultimazione del cantiere anticipata di 6 mesi “rappresenta una vittoria non solo geopolitica ma anche ingegneristica della Russia”. Nei servizi “più prosaici” molti giornali hanno evidenziato che l’apertura della parte automobilistica del ponte di Crimea contribuirà allo sviluppo industriale ed economico della penisola, del suo settore turistico, aumentando l’afflusso di persone dalle varie parti della Russia, nonché favorirà un avanzamento del mercato immobiliare primario, il cui progetti costeranno circa 228 mld di rubli, ecc – (RG, pag.1-2, Kom-t, pag.1 e 10, Izvestia, pp.1-2 e 3, Vedomosti del 16 maggio; RG, pag.5, Metro, RBK e gli altri quotidiani del 17.05).
 
  Nell’aspettare la conclusione della formazione di un nuovo Consiglio dei Ministri molti giornali hanno analizzato attentamente la struttura degli organi esecutivi federali approvata dal Decreto presidenziale № 215 del 15 maggio. Il premier Dmitrij Medvedev nel nuovo governo, come anche in quello precedente, avrà 10 vicepremier; tuttavia, questa volta il primo vice vicario coprirà anche la carica di Ministro delle Finanze. Il gabinetto avrà 22 Ministri: un titolare in più poiché l’ex Ministero dell’istruzione e della scienza sarà diviso in 2 dicasteri autonomi: il Ministero della Scienza e dell’Istruzione superiore e il Ministero dell’Istruzione. La stampa ha fatto notare che come in altri numerosi casi, “la qualità dell’operato ministeriale dipenderà anche dalle persone nominate”.
 
  Inoltre molti giornali hanno messo in rilievo il fatto che le rappresentanze commerciali all’estero (in totale 57) saranno subordinate al Ministero dell’Industria e non al Ministero dello Sviluppo Economico come nel “governo Medvedev-1” – (RG, pag.3, Kom-t, pp.1, 3, 5 e 10, Izvestia, pag.1-2 e 3, RBK, pag.1 e 3, del 16 maggio; RG, pag.3: il testo del Decreto summenzionato: link, e Nezavisimaja gazeta, pag.8, del 17.05; Vedomosti di oggi 18.05, pag.4).
 
  Infine segnalo alcune pubblicazioni degli ultimi giorni su diversi temi economici. Kommersant (16.05, p.8) ha messo in evidenza che le compagnie di gestione dei maggiori fondi d’investimento hanno previsto un abbassamento dei ritmi di crescita economica in tutto il mondo. Per questo motivo hanno cominciato ad acquistare anche gli attivi di rischio. Gli esperti del giornale RG (16.05, pag.11) hanno analizzato le indicazioni del presidente Putin e hanno definito che lo sviluppo economico più rilevante nei prossimi 6 anni dipenderà prima di tutto dall’aumento dei redditi della popolazione, dall’avanzamento del settore delle tecnologie d’informazione e da una nuova politica economica. Gli economisti di Expert (№ 20 del 14.05, p.19-21: link) hanno sottolineato l’ambiziosità degli obiettivi per lo sviluppo nazionale proposti dal presidente Putin per i prossimi 6 anni. In generale si presentano realizzabili. Il settimanale in un suo articolo (pag.52-55) ha accertato che “la mancata partecipazione delle autorità finanziarie alla gestione della crescita economica procura, in particolare, una bassa accessibilità delle risorse monetarie nei settori industriali e un considerevole accumulo del denaro nel sistema finanziario”.  
 

* Settori e mercati: 

  Il Ministro dello Sviluppo Economico Maxim Oreshkin ha dichiarato che entro il mese di ottobre sarà elaborata una versione approfondita del progetto nazionale relativo all’aumento della produttività del lavoro. Però, già a giugnoluglio saranno apportate modifiche legate al suddetto progetto in una nuova macroprevisione del dicastero che per la prima volta sarà calcolata non per 3 anni ma per 6 anni – (Kom-t del 17.05, pag.2). A questo punto segnalo un’ampia conversazione di Expert (№ 20 del 14.05, pag.34-38: link) con Boris Aljeshin: ex vice premier, ex direttore dell’Agenzia federale per l’industria, ex presidente dell’AvtoVAZ e attuale presidente della Commissione della Camera dei rappresentanti dell’opinione pubblica, l’accademico ha espresso il suo parere sulla situazione attuale dei settori industriali, nonché sui provvedimenti e le misure necessarie per una reale ripresa dell’industria russa.
 
  I giornali hanno ultimamente illustrato lo stato attuale e le prospettive dei mercati seguenti: il mercato del leasing: la conclusione della prima fase della riforma del settore; il ruolo delle operazioni di leasing nel settore ferroviario e nell’industria automobilistica, ecc – (il supplemeto settoriale di 4 pagine a Kom-t del 17.05);
 
  il mercato dei trasporti multimodali e in container: è iniziata la stesura di una nuova strategia del settore, il che consentirà di rinviare la privatizzazione della compagnia “Transkontejner a “tempi migliori” – (Kommmersant del 15.05, pag.7);
 
  il mercato della realtà virtuale e di quella “completata” – (Profil № 18 del 14.05, p.41-45: link);
 
  il mercato della telemedicina: le compagnie specializzate dovranno collaborare con poliambulatori e ospedali – (Kom-t del 14.05, pag.7);
 
  il mercato immobiliare: le oscillazioni dei corsi del cambio delle valute hanno aumentato l’interesse per le case e gli appartamenti non molto cari e hanno diminuito la domanda dei beni immobiliari d’élite – (Profil № 18, pag.46-49); la produzione e le vendite di pane: secondo molti produttori e commercialisti, il “relativo mercato è saturo” – (RG del 16.05, pag.12: link);
 
  il mercato pubblicitario: nei primi 3 mesi di quest’anno le spese per la pubblicità sono aumentate del 13%, a 106-107 mld di rubli – (RBK del 16.05, pag.12).
 
  La stampa sembra stia finalmente sentendo l’avvicinarsi della stagione estiva e turistica e perciò ha prestato maggiore attenzione ai diversi segmenti del settore turistico. Infatti, i vari giornali hanno descritto: le diverse preferenze geografiche, ambientali e monetarie dei turisti russi – (Profil № 16-17 del 30.04, pag.37-41), l’aumento dei costi di viaggi all’estero per i turisti non organizzati e lo sviluppo contradditorio del turismo interno – (Kom-t del 15.05, p.10, e Nezavisimaja gazeta del 17.05, pag.4), nonché le difficoltà di stabilire le regole per l’attività degli ostelli – (Kommersant del 7.05, pag.5).
 
  In conclusione segnalo l’ampia intervista rilasciata a RG (15.05, pag.1 e 11: link) da Oleg Safonov, direttore dell’Agenzia turistica federale: nel rispondere alle numerose domande del quotidiano ha parlato dei vari aspetti dell’attività dell’agenzia, dell’aumento dei turisti che arriveranno nella FR durante i prossimi Mondiali di calcio, ecc. L’impiegato statale di alto livello ha rivelato inoltre che il giro sommerso dei contanti nell’industria del turismo ammonta a circa 60 mld di rubli all’anno.  
 

Finanza, dogana, fisco, leggi, settore assicurativo 

•   Il Ministero delle Finanze ha reso noto che ad aprile il passivo del Bilancio federale ha costituito il 2,9% del Pil nazionale, ovvero 224 mld di rubli (circa 3 mld di euro al cambio rublo/euro di questo mese). Nei primi 4 mesi è stato il primo deficit del Bilancio; dunque, l’attivo di tutto questo periodo è dello 0,6% del Pil. Secondo la stima preliminare del Ministero summenzionato, ad aprile le entrate al Bilancio sono ammontate a 1,452 mld di rubli e le sue uscite a 1,676 mld di rubli – (Kommersant del 16.05, pag.2)
 
  Alcuni giornali hanno messo in risalto la ristabilizzazione dei volumi del commercio estero della FR. Nel primo trimestre le importazioni e le esportazioni sono cresciute di circa il 20% su base annuale e il saldo positivo della bilancia commerciale della FR ha superato $42 mld. Nei primi 3 mesi le banche e le aziende hanno esportato $13,4 mld (-18,3% rispetto al primo trimestre del 2017). Il deflusso netto di capitali esportati dalle banche ha costituito solo 0.9 mld di USD contro $17,6 mld nel primo trimestre dello scorso anno – (v. Expert № 20 del 14.05, p.96).
 
•   Dalle pubblicazioni dedicate all’attività e alla situazione attuale del settore bancario si viene a sapere, in particolare: che nei primi 4 mesi del 2018 le banche hanno ricavato un utile pari a 537 mld di rubli, circa 7,4 mld di euro – (Kom-t del 17.05, pag.8); che l’utile netto della corporazione VTB (Vneshtorgbank) ha raggiunto nel primo trimestre 55,5 mld di rubli, oltre la metà dell’utile netto annuo nel 2017 – (Vedomosti di oggi 18.05, p.10 link); che nei primi 3 mesi l’importo medio del credito bancario concesso in contanti è ammontato al massimo “storico” di 144 mila rubli – (Kom-t del 15.05, pag.1 e 8: link).
 
•   La Banca Centrale della FR (BCR) ha cominciato la liberalizzazione delle tariffe dell’assicurazione della responsabilità civile obbligatoria per tutti gli automobilisti (OSAGO in russo). Entro l’estate la BCR potrebbe aumentare o dimiuire il “corridoio” della tariffa della polizza di base del 20%. E questa sarà soltanto la prima fase dei provvedimenti finalizzati a stabilizzare la situazione del mercato dell’OSAGO – (RBK , pag.5: link, e RG, pag.5, del 16.05).
 
•   Mercoledì 16 maggio il quotidiano RBK ha pubblicato e commentato (pag.8-9) i dati aggiornati relativi alla dinamica e alla classifica dei reati economici in Russia. Da questi risulta che lo scorso anno le forze d’ordine hanno rivelato 105.000 reati, il cui danno totale ha superato 177 mld di rubli (100 mld sono stati restituiti). Nello stesso giorno Kom-t (16.05; p.7) ha pubblicato un sunto della lettera di Aleksandr Shokhin al Procuratore generale e al Ministro degli Interni, in cui il presidente della RSPP (l’Unione russa degli industriali e degli imprenditori) ha chiesto di “verificare la legittimità e la fondatezza del procedimento penale avviato contro i fratelli Magomedov” (Zijavudin Magomedov è titolare del gruppo “Summa”) che sono stati arrestati il 31 marzo per due mesi. L’investigazione non ha accettato la cauzione pari a 2,5 mld di rubli uguale all’importo del danno calcolato.
 
•   Il totale del debito globale, ovvero degli Stati, società e di tutti i nuclei familiari, ha raggiunto $164.000 mld, pari al 225% del Pil globale. Il record precedente è stato stabilito nel 2009, durante la crisi finanziaria mondiale: il 213% del Pil globale – (Kom-t del 15.05, pag.2: la rubrica “Monitoraggio”).  
 

Verso i Mondiali di calcio-2018 in Russia 

Il tempo veramente vola: oggi mancano solamente 26 giorni alla solenne inaugurazione e alla prima partita (Russia contro Arabia Saudita) del Campionato Mondiale di calcio che si terrà in 11 città della Federazione Russa dal 14 giugno al 15 luglio.
 
  Nelle ultime 3 settimane la stampa ha scrupolosamente seguito e ampiamente riferito sull’ultimazione della costruzione di nuovi stadi e infrastrutture moderne a Rostov sul Don, Samara, Kaliningrad, Saransk, Volgograd e in altre località, sui test realizzati relativi alla loro adeguatezza alle prescrizioni tecniche, alla sicurezza, alle regole e normative della Federazione Internazionale di calcio (FIFA) e al ruolo sociale e sportivo che tutte queste opere avranno nel postcampionato. I giornali hanno descritto numerosi altri preparativi all’importante manifestazione calcistica, rilevando un buon andamento e l’esecuzione di qualità dei lavori e dei provvedimenti fissati. Perciò i convenuti alla riunione del Consiglio di sorveglianza del Comitato organizzatore dei Mondiali, svoltasi a Soci il 3 maggio e presieduta da Vladimir Putin, hanno con piena ragione constatato che “la Russia è pronta al Campionato mondiale”. Inoltre si sono detti convinti che i problemi rimasti saranno risolti e tutti i lavori relativi all’abbellimento delle città, alla disponibilità dei locali di ristorazione, ecc., saranno realizzati. Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha condiviso queste conclusioni del Consiglio e ha aggiunto: “Sarà una festa sportiva indimenticabile!” – (Izvestia, pag.2, Kom-t, p.3, Sport Express, p.4, Vedomosti, p.6, e gli altri quotidiani del 4 maggio). Pochi giorni fa Aleksej Sorokin, direttore generale del Comitato organizzatore, nell’intervista rilasciata a Izvestia (14.05, pag.8 – link) ha illustrato gli ultimi “ritocchi” nel preparare il Campionato e ha espresso la speranza che “i Mondiali si terranno in una situazione internazionale più favorevole”.
 
  Alcuni giornali hanno ultimamente previsto come il Campionato “cambierà il sistema dei trasporti in Russia (Kom-t del 27.04, l’intera pagina 10), l’attività della compagnia “Visa in Russia” (Vedomosti del 7.05, p.8-9: l’intervista ad Ekaterina Petelina, direttore generale della rappresentanza) e “i ricavi della grande società Adidas Group” – (Vedomosti di oggi 18.05, pag.12). Gli altri giornali hanno verificato che i Mondiali “non hanno procurato una notevole crescita dei prezzi sul mercato immobiliare secondario” (Kom-t del 10.05, p.10) e che i maggiori operatori del mercato russo della birra non hanno perso la speranza di aumentare le vendite nel periodo del Campionato (Kom-t dell’8.05, pag.7). Molte testate hanno informato che la nazionale russa, nell’ambito della fase finale della preparazione ai Mondiali, giocherà ancora 2 partite amichevoli con le squadre dell’Austria (30.5) e della Turchia (5 giugno).
 
  In conclusione segnalo alcuni giornali che hanno ampiamente commentato i risultati del Campionato nazionale di calcio 2017-2018 che si è concluso domenica 13 maggio. Il nuovo campione nazionale è il club Lokomotiv di Mosca seguito da altre due squadre della capitale: il CSKA (l’Armata russa) e lo Spartak – (RG, pag.12, del 14.05; Sport Express, pag.1-3, del 15.05, compresa l’intervista all’allenatore italiano Massimo Carrera: link; Kommersant, pag.12, e RG, pag.15, del 16 maggio che hanno riferito che Roberto Mancini ha reciso in anticipo il suo contratto triennale con lo Zenit di San Pietroburgo ed è ritornato in Italia per lavorare con la “squadra azzurra”).  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
in collaborazione con Anita Mengon
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45