Archivio Rassegna Stampa Nazionale

Sfogliando la Russia (20). Periodico di segnalazione delle novità editoriali russe a cura di Daniela Barsocchi. Gennaio 2012


Gianguido Breddo, La Cucina Russa fra Storia e Filosofia, Carlo Zella Editore, 2011, pgg. 169, 24,80 €

Il libro che mi accingo a recensire è di formato grande (23x29 cm) con carta patinata e corredato da bellissime illustrazioni sia di piatti tipici che di manifesti, prevalentemente del periodo sovietico, di tipo propagandistico e soprattutto educativo. Un unico neo: in questo libro così elegante, sono contenuti numerosi errori di stampa. Peccato!

Sfogliando la Russia (19). Periodico di segnalazione delle novità editoriali russe a cura di Daniela Barsocchi. Dicembre 2011


Katia Metelizza, Il nuovo abbecedario russo, Traduzione di Valérie Tomasi, Illustrazioni di Jean-François Martin, Ed. 66Thand2nd, 2011, pagg, 161, 16,00 €
E’ un libricino di piccole dimensioni ma denso di informazioni per chi in Russia non ci è ancora stato e di ricordi per chi, come me, ha avuto la fortuna di andarci per lavoro, molte volte anche nel periodo sovietico e quindi di avere avuto la possibilità di vederne le straordinarie trasformazioni. Seguendo l’alfabeto, quello italiano naturalmente, l’autrice ci presenta ventisei aspetti della cultura e della vita quotidiana russa, a partire dall'Aeroporto per arrivare alla Zebra cioè il cavallo dipinto che viene offerto ai turisti per fare un giro sulla via Tverskaja di Mosca. La “zebratura” ci dà un’idea del kitch che si è sostituito “alla penuria di prodotti e all’austerità del periodo precedente”.

Sfogliando la Russia (18). Periodico di segnalazione delle novità editoriali russe a cura di Daniela Barsocchi. Novembre 2011


Vladimir Nabokov, L’incantatore, trad. Dmitri Nabokov, Adelphi Edizioni, 2011, pag, 116, 14,00 €
Vladimir Nabokov scrisse “L’Incantatore” nel 1939 a Parigi e lo definì lui stesso “una novella che si sarebbe potuto considerare come una specie di pre-Lolita o ancora di più il primo piccolo palpito di Lolita” . Se ne persero in seguito le tracce e quando venne ritrovato, molti anni dopo, venne pubblicato postumo, nel 1986, sia in inglese che in italiano, grazie alla traduzione di Dmitri Nabokov, figlio dell’autore.

Sfogliando la Russia (17). Periodico di segnalazione delle novità editoriali russe a cura di Daniela Barsocchi. Ottobre 2011


Michail Bulgakov, Cuore di cane e Uova Fatali, trad. Serena Prina, Ed. Universale Economica Feltrinelli, 2011, pagg. 297, 8,00 €
Nel sottotitolo della Rubrica appare la dicitura “Periodico di segnalazione delle novità editoriali russe”: certo, in questo caso, non si può proprio dire che “Cuore di cane” di Michail Bulgakov sia una novità, ma se anche una sola persona non l’avesse ancora letto, varrebbe la pena di invitarla a questa lettura attraverso la nostra segnalazione. Inoltre l’attuale edizione è corredata da un interessante e dettagliato apparato critico a cura di Serena Prina che ne è anche la traduttrice.
Certo quando leggiamo un libro tradotto, in realtà leggiamo il “traduttore” più che l’”autore” e voglio darvene un esempio mettendo a confronto due incipit diversi e di epoche diverse del libro.